Auguri a Ghali: le curiosità sul rapper di origini tunisine

Nato il 21 maggio del 1993 a Milano, Ghali (nome d’arte di Ghali Amdouni) è uno dei nuovi volti della scena rap italiana. Come si può intuire dal nome, le sue origini sono tunisine, sebbene la sua infanzia sia stata trascorsa nel quartiere di Baggio. Oggi non c’è radio che non passi le sue canzoni, ma scopriamo tutte le curiosità sulla vita dell’artista! La biografia di Ghali, rapper per passione La storia del “Ghali cantante” comincia fra i banchi di scuola. Il ragazzo non ama le regole e rifiuta l’autorità, e per questo la sua carriera scolastica procede a fatica. Ma sono anche gli anni del vero amore, quando Ghali si imbatte nel film di uno dei rapper più importanti al mondo. Pariamo di 8 Mile di Eminem, una vera e propria folgorazione.

Da lì comincia a registrare le prime canzoni in cameretta, rappando tutto il giorno e cercando di non farsi sentire dalla madre, sopratutto per quanto riguarda le parolacce. Pare infatti che il neo rapper cercasse di cantare il più piano possibile così da non fargliele sentire! E così il giovane ribelle troverà finalmente la sua valvola di sfogo: la musica. Le sue prime esperienze, tuttavia, non sono così positive, a cominciare dalle prime sfide di freestyle. La prima volta, in particolare, Ghali salì sul palco e abbracciò il microfono… peccato che quando toccò a lui rimase fermo e immobile senza riuscire a dire nemmeno una parola.

Ma Ghali non si arrese e continuò a provare, finché non cominciò ufficialmente la sua carriera. Nel 2011 fonda la sua band, i Troupe D’Elite, ma il suo nome d’arte è un altro: Fobia! In questo periodo si fa notare da alcuni dei più grandi esponenti della scena, da Fedez a Gué Pequeno, che lo mette in contatto con Tanta Roba, la sua etichetta. Pensate, però, che la prima telefonata fu molto simile alla sua prima esibizione. Il cantante, infatti, emozionatissimo per aver ricevuto una chiamata da Gué, rimase zitto e attaccò il telefono. Insomma… proprio un brutto vizio. Nel 2015 cambia il suo nome e diventa ufficialmente Ghali. Comincia così la carriera solista, le prime critiche e… i primi arresti! Proprio così, durante le riprese del videoclip Mamma, girato in Tunisia, il cantante scrisse sui social un post piuttosto ironico: «Ci hanno appena arrestati durante le riprese del nuovo video e vi sto scrivendo da una caserma di un quartiere qui a Tunisi. Ció che mi rasserena è che certe riprese le abbiamo già salvate sul pc… Ora vediamo che succede, paura non ne abbiamo. Per la musica questo & altro. Un abbraccio G.» Alla fine tutto si risolse, sebbene ancora non siano stati chiariti i motivi dell’arresto!

Fonte: notiziemusica.it



Commenti

commenti