Dave Evans vuole scrivere un libro sugli AC/DC

fonte articolo e foto – rockol.it – redazione musica.

Il primo cantante della band australiana vorrebbe scrivere un ‘memoir’ su quanto accaduto nel primo anno di vita della formazione capitanata da Angus Young.

Dave Evans, il primo cantante degli AC/DC, paventa l’idea di scrivere un libro di memorie sul periodo trascorso con la band australiana. Con il gruppo di Angus Young Dave ha registrato i primi due singoli “Can I Sit Next To You Girl” e “Baby Please Don’t Go”, per poi essere escluso dalla formazione nell’ottobre 1974.

Parlando con l’ex cantante degli Anthrax Neil Turbin per The Metal Voice Evans ha detto:

“Un sacco di gente vuole il libro. I primi 12 mesi della band furono incredibili. Sono successe tante cose in quei 12 mesi. E so che molti fan vogliono che scriva un libro su quello che è successo, perché sono l’unico che può scriverlo. Se l’editore giusto mi si avvicina e volesse darmi un anticipo, scriverei la storia e i fan la adorerebbero. È una storia che non è mai stata raccontata. E molte persone dovrebbero essere menzionate, in quei primi 12 mesi, molte persone importanti. È una grande storia. E io faccio parte di quella storia”.

Già all’inizio di quest’anno, Dave Evans parlò a Wales Online del suo periodo trascorso con gli AC/DC:

“Facemmo il nostro primo disco, i nostri primi concerti, il nostro primo tour, tre bassisti, abbiamo suonato in alcuni dei più grandi locali in Australia. Fu un periodo fantastico. Siamo sempre stati molto ambiziosi. Quando sei giovane, vuoi mostrare al mondo tutto quello che hai. Facevamo dei concerti, ma, fondamentalmente, non venivamo pagati. Il management aveva i soldi ma noi facevamo la fame, così una sera, avevamo bevuto qualche drink, io dissi la mia. Dissi: ‘Smetto’. Ho finito il resto del tour, poi ci siamo incontrati e si decise che ero fuori. Io dissi solo, ‘bene’. E non ero più negli AC/DC”.

Dave Evans venne sostituito da Bon Scott, che cantò nei primi sei album in studio degli AC/DC prima della sua morte nel 1980. Evans ha detto di non aver mai avuto problemi con Bon: “Ha avuto l’opportunità di prendere il mio posto e diventare il cantante degli AC/DC. Io avrei fatto la stessa cosa. Bon era un rock and roller duro come me”.

Sempre a Wales Online Evans disse che i suoi ex compagni di band non hanno mai riconosciuto il suo ruolo nella storia degli AC/DC:

“A loro piace fingere nelle interviste che Bon Scott fosse lì fin dall’inizio. La verità è che molte cose ci sono state prima che Bon venisse coinvolto, la band aveva già avuto due bassisti, tre batteristi e una manciata di manager… tutte le cose che Bon avrebbe fatto sul palco con gli AC/DC, come togliersi la maglietta e portare Angus sulle spalle, mi sono state portate via”.

Commenti

commenti