Ascolta la versione per voce e piano di ‘Rapide’ di Mahmood

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

L’ha cantata ieri sera in collegamento con ‘Che tempo che fa’ su Rai 2 e ne parlano tutti.

Ieri sera Mahmood è apparso nella trasmissione di Fabio Fazio Che tempo che fa, in onda su Rai 2. In collegamento da casa sua, nel quartiere milanese di Basmetto dov’è in quarantena con la madre, ha cantato Rapide accompagnandosi al piano digitale. Lo potete sentire qui sotto.

Ieri sera Mahmood è apparso nella trasmissione di Fabio Fazio Che tempo che fa, in onda su Rai 2. In collegamento da casa sua, nel quartiere milanese di Basmetto dov’è in quarantena con la madre, ha cantato Rapide accompagnandosi al piano digitale. Lo potete sentire qui sotto.

Due giorni fa, Mahmood ha scritto della sua quarantena su Repubblica. “In questi giorni ho capito che la parola che più mi è vicina è consapevolezza. Ho capito in quale modo mi piacerebbe vivere in questo mondo e che siamo tutti collegati, che devi avere il rispetto per le persone e per la natura, non si torna più indietro. So che magari qualcuno si può sentire privato della sua libertà, sia se abiti in periferia, sia se hai una casa piccola, sia se abiti in pochi metri quadrati o in case molto grandi in centro. Vedo che tutti stanno facendo tutto il possibile, il contagio ci ha reso tutti uguali”. E ancora: “La lentezza, la sospensione di questi giorni certamente toglie la frenesia dell’attività ma mi fa guadagnare spazi che avevo perso o che prima neanche notavo”.

Due giorni fa, Mahmood ha scritto della sua quarantena su Repubblica. “In questi giorni ho capito che la parola che più mi è vicina è consapevolezza. Ho capito in quale modo mi piacerebbe vivere in questo mondo e che siamo tutti collegati, che devi avere il rispetto per le persone e per la natura, non si torna più indietro. So che magari qualcuno si può sentire privato della sua libertà, sia se abiti in periferia, sia se hai una casa piccola, sia se abiti in pochi metri quadrati o in case molto grandi in centro. Vedo che tutti stanno facendo tutto il possibile, il contagio ci ha reso tutti uguali”. E ancora: “La lentezza, la sospensione di questi giorni certamente toglie la frenesia dell’attività ma mi fa guadagnare spazi che avevo perso o che prima neanche notavo”.

Commenti

commenti