Blog

Sergio Cammariere, La fine di tutti i guai è il nuovo singolo

Da martedì 4 giugno 2019 è disponibile il video del singolo La fine di tutti i guai, primo estratto dal nuovo album di Sergio Cammariere che ha lo stesso titolo e che è stato pubblicato lo scorso 10 maggio.

Il video è un piccolo film a cartoni animati, scritto, diretto e prodotto dal poeta e regista Cosimo Damiano Damato che rende omaggio a Roma e a tanti personaggi celebri come Marilyn Monroe, Pier Paolo Pasolini, Maria Callas, Totò e Ninetto Davoli, Charlie Chaplin, Anita Ekberg e Marcello Mastroianni, Federico Fellini, Alberto Sordi, i Beatles, Gandhi, Dante, Che Guevara, Franca Rame e Dario Fo, Anna Magnani e Gabriella Ferri, Fabrizio De André, Sandro Pertini, Martin Luther King, Margherita Hack, Leonardo da Vinci, Papa Giovanni XXIII, Eduardo De Filippo, Alda Merini e Frida Khalo.

La fine di tutti i guai è il decimo album di Sergio Cammariere, composto da 11 canzoni inedite.

Fonte: soundsblog.it

Read More

Elisa: il 7 giugno esce il nuovo EP di inediti in inglese Secret Diaries

A poche ore dall’annuncio del suo nuovo tour nei palazzetti, Elisa ci regala una nuova sorpresa: il prossimo 7 giugno verrà pubblicato nei negozi e su tutte le piattaforme online il suo nuovo EP in inglese, intitolato Secret Diaries.

Sulla scia del grande successo di pubblico del suo ultimo tour nei teatri (50 tappe in appena due mesi) Elisa Toffoli annuncia un nuovo ciclo di live con i quali chiuderà in bellezza un 2019 davvero molto fortunato.

L’artista di Diari Aperti (disco di platino, da cui sono stati estratti i singoli Se piovesse il tuo nome, Tua per Sempre e Vivere tutte le vite) ha infatti svelato nelle ore scorse tutte le tappe del suo prossimo tour nei palazzetti, che prenderà il via il prossim 25 novembre dal Pala Alpitour di Torino.

Dopo l’intimità dei teatri, Elisa dal 25 novembre 2019 viaggerà nei grandi spazi dei palazzetti con un tour totalmente nuovo nella scaletta, nella formazione e negli arrangiamenti, prodotto e organizzato da Friends and Partners. E ancora una volta l’artista mostrerà la sua voglia sprimentare e quel suo eclettismo che le permette di spaziare dall’inglese all’italiano, dall’elettronico all’acustico, in maniera unica e vincente.

Fonte: soundsblog.it

Read More


Fuori un altro tormentone estivo di Baby K: Playa

Baby K, Playa: il nuovo tormentone estivo della cantante di Roma-Bangkok, Voglio ballare con te e Da zero a cento. Puntuale come un orologio svizzero, anche nel 2019 è arrivato il nuovo singolo di Baby K, classificabile come tormentone estivo. Una tradizione che ormai sta diventando storica. Sono anni infatti che la cantante e rapper nativa di Singapore si iscrive alla lotta per il titolo di tormentone dell’estate. Stavolta ci riprova con Playa, un brano che sfiderà tutti gli altri pezzi estivi già lanciati nelle scorse settimane, come Jambo di Takagi e Ketra e Ostia Lido di J-Ax.

Baby K, Playa: il nuovo tormentone Il nuovo singolo di Baby K è uscito il 31 maggio. Già nei giorni precedenti era stato annunciato su Instagram con un posto in cui l’artista aveva scritto semplicemente: “Preparati all’estate“. Anche con questo brano potremo ballare e scatenarci in pista, magari durante le vacanze al mare, per goderci una meritata pausa sulla nostra ‘playa’ preferita. Di seguito l’audio del nuovo tormentone di Baby K. Ecco Playa:

Fonte: notiziemusica.it

Read More

Western Stars: in viaggio con Bruce Springsteen sotto le stelle di un cielo americano

Bruce Springsteen, Western Stars: ecco la presentazione del nuovo attesissimo album del Boss, traccia per traccia. Pronti a partire con Bruce Springsteen? Il nuovo album, Western Stars, è un viaggio, non lungo ma intenso, in un’America che sa di ieri ma è invece estremamente contemporanea. A cinque anni di distanza da High Hopes, il suo ultimo album di inediti, Bruce torna in pista con un nuovo disco, il diciannovesimo della sua incredibile carriera. In compagnia di personaggi di vario genere, il Boss ci presenta lo spaccato di un’America che lotta con grande dignità contro una vita ricca di avversità e ostacoli.

Bruce Springsteen, Western Stars: i temi del disco Onnipresenti nella poetica springsteeniana i richiami all’America, il paese delle speranze e delle contraddizioni. Anche in questo album troviamo strade immense, opprimente solitudine e improvviso sollievo rappresentato dalla casa e dalle comunità. I sentimenti dell’autore vengono lasciati raccontare in ogni traccia da un personaggio diverso. Si passa da un autostoppista a un lavoratore che aspetta con grande emozione la propria donna alla stazione. Ma c’è spazio anche per soggetti collettivi, come gli avventori di un bar, i clienti di un motel e un gruppo di cacciatori di cavalli selvaggi. E poi c’è il dolore di un attore fallito, che ricorda i bei tempi in cui John Wayne lo colpiva con i suoi proiettili micidiali. E c’è lo stuntman, che si reca a casa con grande serenità, anche se il suo corpo cade a pezzi. Ma il quadro di quest’America dell’Ovest, che lotta a testa alta, non può non essere completato dal cantante country che cerca un rifugio dal dolore per essere stato lasciato dalla propria amata.

Fonte: notiziemusica.it

Read More


Takagi e Ketra e Tommaso Paradiso firmano Come i pesci, gli elefanti e le tigri per il Coro dell’Antoniano

Takagi e Ketra e Tommaso Paradiso tornano a collaborare, ancora una volta. Squadra che vince, non si cambia: dopo i successi di Loredana Bertè (Tequila e San Miguel, scritta insieme a Calcutta) e di La Luna e la Gatta, il team più forte delle ultime estati italiane si è rimesso al lavoro per l’ultimo dei pezzi che ci saremmo mai potuti aspettare. Già, perché in occasione di uno dei New Music Friday più ricchi degli ultimi tempi è infatti uscita anche Come i pesci, gli elefanti e le tigri, pezzo scritto e composto dal duo di producer e dal leader dei TheGiornalisti nientemeno che per Il Coro dell’Antoniano.

Come i pesci, gli elefanti e le tigri nasce da una collaborazione l’Antoniano di Bolohna ha deciso di riposizionare il Coro (composto da 60 bambini, fra i 4 e i 12 anni) con un approccio più contemporaneo e attento ai gusti del pubblico mainstream. Pensiamo, in questo senso, alla partecipazione del Coro all’edizione 2018 del Festival di Sanremo, nel corso della quale i suoi giovani protagonisti hanno avuto modo di cantare Una Vita in Vacanza insieme a Lo Stato Sociale.

Fonte: soundsblog.it

Read More

RADIO RTS AUGURA BUON COMPLEANNO A FABIO CONCATO, RIASCOLTIAMO UN SUO GRANDE SUCCESSO “TI RICORDO ANCORA”

Il padre è Luigi Piccaluga, chitarrista e autore jazz più noto come Gigi Concato[, a sua volta figlio dei cantanti lirici Nino Piccaluga[ e Augusta Concato[; come il genitore, quindi, è dal cognome di quest’ultima giornalista e poetessa, che Fabio trae lo pseudonimo.

Muove i primi passi nel mondo della musica nel 1974, quando insieme agli amici Bruno Graceffa e Giorgio Porcaro forma il gruppo cabarettistico “I Mormoranti”, in cui Fabio scrive testi e musiche e inizia a esibirsi nel celebre locale Derby di Milano. È scoperto da Walter Guertler, che lo mette sotto contratto per la Harmony, etichetta del gruppo S.A.A.R., per cui incide nel 1977 l’album Storie di sempre che contiene il singolo A Dean Martin (che ottiene un buon successo radiofonico e di vendite).

Nel 1978 partecipa all’incisione dei cori nel 45 giri Ufo Robot/Shooting Star, rispettivamente sigla iniziale e finale della prima serie televisiva mecha arrivata in Italia, Atlas Ufo Robot, e di altre canzoni nell’LP omonimo della serie, pubblicato dalla Fonit Cetra, infatti è interprete solista nelle canzoni Procton e Rigel[.

Dopo un altro album per la Harmony, Svendita totale nel 1978, passa alla Philips, per cui incide nel 1979 Zio Tom, la cui title track verrà poi ripresa nel 1990 anche da Mina per il disco Ti conosco mascherina.

Gli anni 1980

Passano tre anni prima che Fabio torni sul mercato, ma questa volta con successo. L’album omonimo del 1982 segna il primo vero riscontro popolare per Concato, trascinato dal singolo Domenica bestiale, partecipante al Festivalbar di quell’estate; pur non entrando in hit parade diventerà in breve tempo il classico per eccellenza del cantautore milanese. Il brano fa tra l’altro parte della colonna sonora del film di Marco Risi Vado a vivere da solo, con Jerry Calà protagonista.

Nel 1984 Concato centra il suo maggiore successo discografico con un altro album omonimo, in cui sono contenuti alcuni dei suoi classici quali Ti ricordo ancora, Tienimi dentro te, Sexy Tango, Rosalina, Guido piano e soprattutto Fiore di maggio, dedicato alla neonata figlia Carlotta.

Del 1986 è l’album Senza avvisare, anch’esso un buon successo discografico (arriva al numero due nella classifica 33 giri).

Nel 1989 incide una canzone dedicata al Telefono azzurro 051/222525 (che era il numero di telefono a quell’epoca) il cui tema è proprio quello delle violenze domestiche ai bambini, ed i cui proventi lordi, derivanti dalla vendita del singolo, sono stati interamente devoluti alla organizzazione per la difesa dei minori. Il brano arriva al numero uno nella classifica dei singoli.

Gli anni 1990

Nel 1990 partecipa al 33° Zecchino d’oro in qualità di autore, con la canzone L’ocona sgangherona. Sempre nello stesso anno, a distanza di 4 anni dall’ultimo lavoro, Concato pubblica un album di inediti, Giannutri, ed è un nuovo successo, anche grazie al brano trainante Speriamo che piova. Segue la prima raccolta ufficiale Punto e virgola.

Nel 1992 è la volta di In viaggio, altro successo di vendite e di critica. A seguire Vita quotidiana, dove sono inclusi alcuni duetti, tra cui “Chiama piano” cantata con Pierangelo Bertoli nel 1990. Arriva anche (sulla scia della moda di quel decennio) un album di canzoni reincise: Scomporre e ricomporre, pubblicato nel 1994, che contiene l’inedito Troppo vento. Per questioni dichiaratamente affettive, la canzone Guido piano viene riproposta nella sua versione originale. I successivi due album del decennio, nel 1996 Blu e nel 1999 Fabio Concato in cui c’è il successo M’innamoro davvero, (con la partecipazione di José Feliciano) si attesteranno su discreti livelli di vendita.

Gli anni 2000

A sorpresa, nel 2001, decide di partecipare al Festival di Sanremo con Ciao ninìn, la canzone farà da apripista all’album Ballando con Chet Baker, che mette in evidenza una virata verso le sonorità più spiccatamente jazz.

Del 2003 è il primo album live di Concato, Voilà. Nel 2004 Concato intraprende un’apprezzata tournée in coppia con Anna Oxa, dal titolo Viceversa Tour, che vede i due artisti giocare a scambiarsi e reinterpretare i rispettivi successi.

Torna al Festival di Sanremo nel 2007 con la canzone Oltre il giardino, ispirato alle difficoltà di chi perde il lavoro a “cinquant’anni”. Duettando nella serata del 1º marzo con Michele Zarrillo, la canzone ottiene un ottimo riscontro critico e permette la pubblicazione di un’antologia di successi in una veste ancora riarrangiata.

Gli anni 2010

Nel 2010 incide il singolo Amico mio col giovane cantautore Giancarlo Di Muoio per raccogliere fondi in favore del Centro Ambrosiano per la Solidarietà di Milano, partecipa al nuovo album di Ana Flora, cantante brasiliana, con la quale esegue una versione carioca di Rosalina A Rosinha e l’inedito L’aquilone.

Dopo il lancio dei due singoli Tutto qua e Un trenino nel petto, il 20 marzo 2012, Fabio Concato pubblica, dopo 11 anni dal precedente, un nuovo album di inediti intitolato Tutto qua.

Il 19 maggio 2014 prende parte alla manifestazione ReTour a Puteoli di Pozzuoli, con Mario Trevi e Fausto Leali.

Il 6 maggio 2016 esce l’album Non smetto di ascoltarti in collaborazione con il pianista Julian Oliver Mazzariello e il trombettista Fabrizio Bosso, contenente cover della musica italiana e brani dello stesso Concato in chiave jazz, mentre a maggio del 2017 pubblica Gigi, disco in cui rivisita alcuni suoi successi del passato con gli arrangiamenti di Paolo di Sabatino. A marzo 2018 riceve il Premio Note da Oscar, per la sezione “canzoni nel cinema”, dal Festival Alessandro Cicognini; il riconoscimento è stato consegnato da Davide Cavuti, direttore del Centro Studi Nazionale Cicognini, prima del suo concerto al Teatro Sirena di Francavilla al mare.

Appare inoltre alla fine del film di Paolo Sorrentino Loro 1, cantando Domenica Bestiale.

Read More


Deborah Iurato feat, Soul System, Stammi bene (on my mind): nuovo singolo dal 7 giugno 2019

Deborah Iurato torna, in pre-order da oggi venerdì 31 maggio 2019 e a tre anni dall’ultimo album, con “Stammi bene (on my mind)” il nuovo singolo con il featuring dei Soul System, in radio e in tutti gli store digitali e sulle piattaforme streaming dal 7 giugno.

“Stammi bene (on my mind)” nasce dall’unione artistica di due talenti, quello della vincitrice della tredicesima edizione di “Amici di Maria De Filippi” e quello dei trionfatori di X-Factor 10: nel singolo queste due anime musicali si fondono unendo la potente e versatile vocalità dell’interprete siciliana alle sfumature R’n’B e soul della band.

Il brano è un assaggio delle novità contenute nel prossimo disco di inediti di Deborah Iurato, la cui uscita è prevista per il prossimo autunno.

Il primo appuntamento per ascoltare dal vivo Deborah Iurato con i Soul System sarà sabato 6 luglio a Roma, quando gli artisti saranno in concerto alla galleria commerciale Porta di Roma.

Fonte: soundsblog.it

Read More

Dolcenera, Rosso Phard: ascolta la canzone

Rosso Phard è il primo brano collaborativo, scritto a tante mani con la nostalgica community di Diesagiowave e riesumato dalla cartella “file ricevuti” di un vecchio account MSN.

Queste le parole di Dolcenera nell’accompagnare il brano Rosso phard, caricato sul suo profilo ufficiale YouTube. Potete ascoltare la canzone in apertura post mentre, qui sotto, a seguire, il testo.

A Vanity Fair ha dichiarato:

«La canzone è un esperimento, insieme sociale e musicale. La parte sociale si ha nella natura collettiva dell’opera, che è stata scritta a più mani tra i componenti del gruppo e me. La parte musicale, invece, sta nell’uso dei canoni di questo cosiddetto indie pop»

Fonte: soundsblog.it

Read More