Blog

This is the category description for this category. You can change it here: Post > Categories. This is an excellent way to attract your users and explain what this category is all about and also explain what they can do in this category and how does it matter to them.

PIERO PELÙ ESCE “PICNIC ALL’INFERNO” in radio, digitale e streaming

fonte articolo e foto – ufficio stampa paroleedintorni.it 

DA OGGI ONLINE ANCHE IL VIDEO! DAL 13 AL 22 NOVEMBRE IN 6 CITTÀ ITALIANE  “BENVENUTO AL MONDO TOUR”

PIERO PELÙ, in pausa dai suoi Litfiba, pubblica un nuovo sorprendente brano: PICNIC ALL’INFERNO, disponibile da oggi, venerdì 18 ottobre, in radio, digitale e streaming.

Il brano, prodotto con grande armonia e intesa da Piero Pelù e Luca Chiaravalli, è accompagnato da un video, diretto da Pelù con la preziosa assistenza di Olmo Parenti e Marco Zannoni, visibile da oggi al seguente link: www.youtube.com/watch?v=3x_A9RjBqJI.

Da sempre sensibile alle tematiche dell’ambiente e del clima (Peste 1988, Woda Woda 1990, Stesso Futuro 2002, Tribù 2006, Intossicato 2016, Eutòpia 2016), Piero Pelù riprende in modo musicalmente inaspettato il discorso che Greta Thunberg fece nel dicembre 2018 a Katowice (Polonia) in occasione della COP24, elaborando un brano in cui la sua eclettica voce si incontra e si alterna con quella della giovane attivista svedese, in una sorta di “originalissimo duetto”.

La potenza e il ritmo del rock, del blues e del gospel si fondono per creare un brano assolutamente innovativo, in cui il rocker conferma la sua eterna voglia di sperimentare e di allargare gli orizzonti della sua musica, senza mai perdere il suo marchio di fabbrica.

Il 13 novembre da Roma parte il “BENVENUTO AL MONDO TOUR”, sei concerti in altrettante importanti città italiane che vedranno esplodere la leggendaria energia live dell’artista fiorentino.

Pelù sarà accompagnato sul palco dai Bandidos (Giacomo Castellano “James Castillo”- chitarra, Luca Martelli “Luc Mitraglia”- batteria, cori e sequenze, Dado Neri “Black Dado” – basso, doppia chitarra e cori), pronti ad infiammare il pubblico in un live show che si preannuncia sorprendente, grazie anche alla potenza del sound di Piero!

Queste le date di “BENVENUTO AL MONDO TOUR:

13 novembre – ROMA, ATLANTICO LIVE

15 novembre – BOLOGNA, ESTRAGON

16 novembre – SAN BIAGIO DI CALLALTA (Treviso), SUPERSONIC MUSIC ARENA

19 novembre – MILANO, ALCATRAZ

20 novembre – VENARIA REALE (Torino), TEATRO DELLA CONCORDIA

22 novembre – FIRENZE, TUSCANY HALL

I biglietti per le date di “BENVENUTO AL MONDO TOUR” (prodotto e organizzato da Friends&Partners), sono disponibili in prevendita sul sito di TicketOne e nei punti di vendita e prevendita abituali. Info e biglietti su www.friendsandpartners.it

www.facebook.com/pieropelufficiale
www.instagram.com/pieropelufficiale
www.twitter.com/pieropelu

Read More

Frank Ocean, ascolta il nuovo singolo ‘DHL’

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

Dopo ‘Dear April’ e ‘Cayendo’, i due brani presentati durante una serata al PrEP+ club, Frank Ocean ha pubblicato un nuovo brano inedito.

Dopo i due singoli annunciati durante una serata al PrEP+ club – Dear April e Cayendo –, Frank Ocean ha pubblicato un nuovo inedito intitolato DHL. Il brano è stato presentato durante la sua trasmissione su Beats 1 radio e lo potete ascoltare poco sopra.

Ocean, inoltre, ha condiviso alcuni video della serata al PrEP+ club sul suo canale YouTube. Il musicista non produce nuova musica da febbraio 2018, quando ha pubblicato la sua cover di Moon River. In una recente intervista, ha detto che l’atteso seguito di Blonde è influenzato da “Detroit, Chicago, techno, house, elettronica francese”.

Read More


Torna Robot Festival, dal 25 al 26 ottobre a Bologna

fonte articolo e foto – rockol.it – redazione musica.

Il festival di musica elettronica e arte digitale animerà l’Ex GAM di Bologna il 25 e 26 ottobre prossimi con ospiti che vanno da John Talabot ai Red Axes, da Alessandro Cortini ai The Comet Is Coming.

L’Ex GAM di Bologna si prepara a ospitare, il 25 e 26 ottobre prossimi, l’undicesima edizione del ROBOT Festival, che anche quest’anno, come il precedente, andrà in scena nella Sala Maggiore dell’area di piazza Costituzione. Il festival di musica elettronica e arte digitale, preceduto da un’anteprima lo scorso 12 ottobre che ha visto esibirsi artisti come Dorian Concept e Francis Inferno Orchestra, si chiuderà con un party conclusivo a DumBo nella notte del 26 ottobre, che accompagnerà i partecipanti fino alle prime ore del mattino con il bolognese Dj Rou, i pionieri dell’acid house 808 State, il trio The Comet Is Coming e il dj e produttore romano Donato Dozzy.

Il primo giorno, il 25 ottobre, di ROBOT 11 avrà come protagonisti il produttore spagnolo John Talabot, il duo israeliano Red Axes, i set di Moxie, la dj e produttrice di San Paolo Badsista, il fondatore e resident del Salon Des Amateurs Tolouse Low Trax. Ad aprire la serata, l’esordiente Corgiat, vincitore della terza edizione dello Jaeger Music lab, e Filibalou di Mint Sound.

Il secondo giorno, il 26 ottobre, vedrà alternarsi le esibizioni del bolognese Alessandro Cortini, membro dei Nine Inch Nails che presenta a Bologna il suo nuovo lavoro solista “Volume Massimo”, di Curses, dei RBTX e del produttore icona della musica made in UK Andrew Weatherall con una squadra di giovani DJ emergenti come Interstellar Funk e Afrodeutsche e Batu. Per quanto riguarda invece gli spettacoli A/V il programma prevede Lei, (No) Innocence e la performance Queering the Digital Space di Guenter Råler.

Durante entrambe le giornate del 25 e 26, poi, sarà a disposizione dei visitatori una sala ambient, la Sala Opium, con una selezione curata da Quarto Mondo.

Read More

James Blunt, il mio album più onesto

fonte articolo e foto – ansa.it – redazione musica.

‘Once upon a mind’ è nuovo lavoro in uscita il 25 ottobre.

S’intitola ‘Once upon a mind’ il nuovo album di James Blunt, in uscita venerdì 25 ottobre. Con una scaletta composta di undici titoli, il lavoro da studio, sesto della carriera di Blunt, riporta l’artista inglese alle radici della sua musica, quelle di ‘Back to Badlam’, dopo una parentesi durante la quale si è divertito anche con la musica elettronica. In Italia, la voce delle nuove ‘Cold’ e ‘Monsters’ tornerà a marzo 2020 per tre concerti (Milano, Padova e Roma). “Credo sia l’album più onesto che abbia mai scritto – ha detto Blunt – perché ogni canzone racconta quello che ho vissuto e che sto ancora vivendo”.

Read More


Prince: pubblicata la demo acustica di “I Feel for You” – ASCOLTA

fonte articolo e foto – rockol.it – redazione musica.

Per celebrare i 40 anni dall’uscita del secondo album “Prince” esce una versione inedita della canzone portata al successo da Chaka Khan.

La Prince Estate, la società che cura l’eredità del musicista di Minneapolis scomparso all’età di 57 anni il 21 aprile 2016, ha pubblicato una demo acustica del brano del 1979, “I Feel for You”.

La canzone intende celebrare il quarantesimo anniversario della pubblicazione del secondo omonimo album di Prince, uscito il 19 ottobre 1979. Una dichiarazione dice che il brano in acustico, “cattura un Prince ventenne in un momento crudo e intimo”. Si pensa che la canzone sia stata registrata nell’inverno 1978-1979.

Parlando della scoperta, l’archivista Michael Howe ha dichiarato:

“Sono rimasto senza parole. Qui c’è un Prince ventenne che pensa ad alta voce e si fa strada nella canzone. E’ possibile sentire il suo incredibile talento risplendere sulla chitarra acustica, che non è qualcosa che in genere ha messo in mostra e la sua voce è sorprendentemente eccezionale”.

La canzone viene pubblicata come singolo con due tracce: la demo sul lato A e la registrazione in studio originale sul lato B. La registrazione è disponibile per l’acquisto sul sito web di Prince.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/v16Sh4O1X8g_KG8rEN6vUzNSszg=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/prn-i-feel-for-you-cover-920x920.jpg

Il brano divenne un successo qualche anno dopo la sua uscita, nel 1984, grazie a una cover di Chaka Khan. La sua versione con il rapper Melle Mel si aggiudicò due Grammy.

Read More

Marilyn Manson, guarda il nuovo video ‘God’s Gonna Cut You Down’

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

La cover del tradizionale pezzo folk uscirà in vinile accompagnata da uno dei suoi acquerelli.

Marilyn Manson si aggira tra i crocifissi all’inizio del video della cover del classico folk God’s Gonna Cut You Down, già inciso da artisti come Odetta, Johnny Cash ed Elvis Presley, tra gli altri.

Manson canta il brano su una chitarra acustica e un basso martellante e accentua la consueta atmosfera gotica americana con le immagini del video, in cui seppellisce se stesso, agita un fucile da caccia e sfoggia una camicia leopardata.

Le immagini sono state girate nel Joshua Tree Desert, in California, dal regista Tim Mattia (Colors di Halsey, Somebody Else dei 1975, Hey Cruel World… di Manson).

Manson ha lavorato sulla canzone con il produttore Tyler Bates, con il quale ha collaborato ai suoi ultimi due dischi, The Pale Emperor del 2015 e Heaven Upside Down del 2017. Il brano uscirà come singolo in vinile (è già disponibile in streaming) accompagnato da uno dei suoi dipinti ad acquerello, in coincidenza con le date del tour di ottobre e novembre.

Il pezzo era contenuto nell’album di Odetta del 1957, Odetta Sings Ballads and Blues, così come nel disco postumo American V: A Hundred Highways (2006) di Johnny Cash. Presley l’ha inciso con il titolo di Run On e Moby ha campionato la versione di Bill Landford and the Landfordairs del 1949 intitolata Run on a Long Time per la sua Run On nel 1999.

Read More


Vasco Rossi: «Faremo un festival rock a Imola»

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

L’annuncio è arrivato dal profilo Instagram di Vasco: il “suo” festival si terrà a luglio 2020 all’Autodromo Ferrari. Secondo alcuni rumor, tra gli ospiti potrebbero esserci i Pearl Jam.

«Non è stato facile, ma sono riuscito a convincere il mio promoter. Faremo un bel festival rock a Imola», ha detto Vasco Rossi in una Instagram story pubblicata oggi. Quindici anni dopo lo storico concerto del 2005 all’Heineken Jammin Festival, il Blasco tornerà a Imola per un evento unico: la data ufficiale non è stata ancora annunciata, ma pare che il festival del Blasco si terrà a metà luglio del prossimo anno.

«Dopo Modena Park avrei potuto non fare più niente», aveva detto Vasco del suo futuro. «Mi sento quindi libero di sperimentare, divertirmi e portare avanti il progetto VascoNoStop Live nella più totale indipendenza da vincoli di qualsiasi tipo di ordine discografico o di business. L’unica condizione è quella di divertirmi e portare un po’ di gioia con lo spettacolo rock più potente ed emozionante al mondo». L’occasione potrebbe essere proprio il “suo” festival che, secondo un rumor raccolto dal sito Pearl Jam Online, ospiterà l’unica data italiana del prossimo tour dei Pearl Jam. La band di Eddie Vedder, gestita da Live Nation come Vasco, tornerà in Europa per presentare il nuovo album, e il festival di Imola sarebbe la location perfetta.

Read More

Esce The Beatles: The Singles Collection

fonte articolo e foto – ansa.it – redazione musica.

Il 22 novembre arriva cofanetto con 23 singoli in vinile.

Dal 1962 al 1970, i Beatles pubblicarono 22 singoli nel Regno Unito; di quei 44 brani – fra lati A e B – 29 non sono mai stati inclusi negli album usciti in Gran Bretagna. Questi singoli, insieme al doppio Lato A di “Free As A Bird” e “Real Love” (pubblicati a metà degli anni Novanta), vengono ora resi pubblicati, con una nuova masterizzazione dai nastri originali mono e stereo di Sean Magee realizzata agli Abbey Road Studios, in un cofanetto in edizione limitata. “The Beatles: The Singles Collection” contiene 23 singoli in vinile da 7” (46 brani in totale), in custodie che riproducono la copertina di una delle edizioni internazionali dell’epoca, accompagnate da un libro di 40 pagine con foto e saggi di Kevin Howlett, storico dei Beatles. Il cofanetto uscirà il 22 novembre per Apple Corps Ltd./Universal Music.
    The Singles Collection offre una visione affascinante del processo creativo di John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr attraverso la loro relativamente breve carriera insieme.

Read More