Blog

This is the category description for this category. You can change it here: Post > Categories. This is an excellent way to attract your users and explain what this category is all about and also explain what they can do in this category and how does it matter to them.

‘Masseduction’ di St. Vincent torna in versione remix

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

Moltissimi producer e DJ hanno rielaborato le tracce del disco del 2017, sotto la direzione artistica di Nina Kraviz. Disponibile dal 13 dicembre.

Il disco del 2017 di St. Vincent, Masseduction, tornerà nei negozi e sugli store digitali in una nuova veste remix curata da Nina Kraviz.

Masseduction Rewired, in uscita il 13 dicembre, conterrà remix di Jlin, Laurel Halo, Roma Zuckerman e molti altri. Il progetto uscirà in 3 versioni, vinile, digital e EP. Le tracklist:

Vinile

SIDE A
1. New York (Nina Kraviz Vocal Mix)
2. Sugarboy (Emika Allegiance Mix)
3. Smoking Section (Jlin Remix)
4. Dancing With A Ghost (Pearson Sound Remix)

SIDE B
5. Slow Disco (EODRemix)
6. Hang On Me (Batu Remix)
7. Young Lover (Laurel Halo Remix)
8. Smoking Section (Mala remix)

Digital album

1. Hang On Me (Batu Remix)
2. Pills (Bjarki Remix)
3. Pills (Population One Remix)
4. Pills (PTU Remix)
5. Masseduction (Midland’s Mass Seduction Remix)
6. Sugarboy (Emika Allegiance Remix)
7. Sugarboy (ChicagoPhonic Sound System) Remix by Hieroglyphic Being
8. Los Ageless (EOD Remix)
9. Happy Birthday Johnny (Fred P Remix)
10. Savior (Buttechno Remix)
11. New York (Nina Kraviz Vocal Mix)
12. New York (Nina Kraviz x Lucy Dubbed Out Mix)
13. Fear The Future (PTU Remix)
14. Young Lover (Laurel Halo Remix)
15. Young Lover (Roma Zuckerman Remix)
16. Dancing With A Ghost (Pearson Sound Remix)
17. Slow Disco (EOD Remix)
18. Slow Disco (Nina Kraviz Gabber Me Gently Remix)
19. Smoking Section (Jlin Remix)
20. Smoking Section (Mala Remix)
21. Fast Slow Disco (Steffi Remix)

Ep 1
1 New York (Nina Kraviz Vocal Mix)
2 Masseduction (Midland’s Mass Seduction Remix)
3 Sugarboy (Emika Allegiance Mix)
4 Slow Disco (EOD Remix)

Ep 2
1 Fear The Future (PTU Remix)
2 Young Lover (Roma Zuckerman Remix)
3 Pills (Bjarki Remix)
4 Young Lover (Laurel Halo Remix)
5 Pills (Population One Remix)
6. Fast Slow Disco (Steffi Remix)

Ep 3
1 Slow Dance (Nina Kraviz Gabber Me Gently Remix)
2 Smoking Section (Mala Remix)
3 Smoking Section (Jlin Remix)
4 Dancing With A Ghost (Pearson Sound Remix)
5 Savior (Buttechno Remix)

Il primo assaggio è New York (Nina Kraviz Vocal Mix). Potete già ascoltarlo qui:

Read More

Antonello Venditti: esce l’album dal vivo di ‘Sotto il segno dei pesci’

fonte articolo e foto – rockol.it – redazione musica.

Il cantautore romano annuncia l’uscita del disco del concerto all’Arena di Verona: c’è anche il duetto con De Gregori, per la prima volta dopo anni.

Proseguono i festeggiamenti legati ai quarant’anni di “Sotto il segno dei pesci”, l’album simbolo della discografia di Antonello Venditti, il primo lavoro del cantautore romano realizzato all’indomani dello storico addio alla RCA e alla firma con Philips. Dopo la riedizione dello scorso anno, contenente l’inedito “Sfiga”, l’album torna ora nei negozi, per la prima volta come disco dal vivo. Uscirà il prossimo 15 novembre “The anniversary tour”, registrazione del concerto all’Arena di Verona che nel settembre dello scorso anno ha dato il via alla tournée con la quale Venditti ha celebrato il quarantennale dell’uscita di “Sotto il segno dei pesci”.

Il disco sarà disponibile in diversi formati: cd e dvd con la registrazione audio e video del concerto all’Arena di Verona (e tracce bonus) e vinile. A Verona Venditti tornò a condividere il palco con Francesco De Gregori, insieme al quale nel 1972 incise l’album congiunto “Theorius Campus”. Insieme duettarono su “Bomba o non bomba”, “Sempre e per sempre”, “Attila e la stella” e la stessa “Roma Capoccia”. Il disco dal vivo segnerà di fatto il ritorno della coppia di “Theorius Campus” su disco, dopo anni.

Read More


Club to Club 2019, a Milano l’anteprima ufficiale del festival

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

Il 24 ottobre Club to Club e Stone Island porteranno negli spazi di Via Mecenate le sonorità avant-pop di Gang of Ducks, Giant Swan e Deena Abdelwahed, un antipasto della “Season 2” dedicata ai concetti di Luce e Buio.

Mancano 50 giorni alla 19esima edizione del Club to club #C2C19, il Festival globale considerato un punto di riferimento per l’avant—pop e l’elettronica sperimentale. La grande festa comincerà il 30 ottobre e proseguirà fino al 3 novembre: 5 giorni di show no—stop da vivere in alcune delle location più iconiche di Torino, dagli spazi rinnovati delle Officine Grandi Riparazioni alla maestosa Reggia di Venaria passando per i padiglioni post—industriali del Lingotto oltre al block party domenicale.

Fra i protagonisti che animeranno l’evento c’è James Blake, produttore, cantante e compositore che con l’ultimo Assume Form è tornato a mescolare l’R&B più struggente con suoni elettronici ed elementi ritmici minimali. Poi il produttore australiano Flume, l’esclusiva italiana dei Chromatics, il jazz da rave di Shabaka Hutchings e dei suoi Comet is Coming, il pop iper-sintetico di SOPHIE e tanti altri.

In attesa dell’inizio ufficiale del festival, Club To Club e Stone Island porteranno a Milano un’anteprima esclusiva. L’appuntamento è il 24 ottobre in Via Mecenate, dove si esibiranno l’artista franco-tunisina Deena Abdelwahed, il misterioso collettivo dei Gang of Ducks, Giant Swan e il dj Slikback. L’ingresso è gratuito. Per ulteriori informazioni, trovate la pagina dell’evento a questo link.

Read More

Malika Ayane, dalll’11/10 nuovo singolo

fonte articolo e foto – ansa.it – redazione musica.

“Wow (niente aspetta)”, con sonorità black music anni ’80.

Esce l’11 ottobre il nuovo singolo di Malika Ayane “WOW (Niente aspetta)” firmato dalla stessa cantautrice con Shridhar Solanki per la musica.
    Con sonorità che riprendono la black music degli anni ’80 degli Arrested Development e dei De La Soul, più contemporanea e meno di protesta, e la presenza di cori e fiati, “WOW (Niente aspetta)” è un brano contro l’imbruttimento dei tempi moderni.
    “La vita è qui e adesso ed è fatta da milioni di adesso, tante volte sempre uguali, che possono sembrare pesanti, ripetitivi, persino angosciosi semplicemente perché siamo noi che viviamo la consuetudine, la costanza e la normalità come qualcosa da cui scappare e non la dimensione da cui trarre ogni giorno tutti gli spunti per fare qualcosa di nuovo ed eccezionale”, racconta Malika Ayane

Read More


Green Day: ascolta il nuovo singolo ‘Fire, Ready, Aim’

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

Il brano, inno della National Hockey League, sarà contenuto nel nuovo disco della band in uscita a febbraio.

I Green Day e la National Hockey League (NHL) hanno collaborato per il nuovo pezzo della band, Fire, Ready, Aim, suonato mercoledì durante il match New Jersey Devils vs. Philadelphia Flyers. Il brano sarà contenuto nel nuovo disco Father of All…. Potete vedere il video qui sopra.

Nella clip, i Green Day suonano sul campo di ghiaccio mentre le squadre si scontrano per portare a casa il match. La band sarà l’ospite musicale del prossimo All Star Game, previsto per il 25 gennaio.

Per il nuovo disco di Billy Joe e soci bisogna aspettare invece il prossimo 7 febbraio.

Read More

Robert Smith: «Ci sono tre nuovi album dei Cure in arrivo»

fonte articolo e foto – rollingstone.it – redazione musica.

Nel corso di un’intervista, l’icona del goth-rock ha rivelato di essere al lavoro su tre nuovi dischi, di cui due in fase avanzata: «Il primo potrebbe uscire verso Natale».

Durante un’intervista rilasciata al sito messicano Zocalo, il frontman dei Cure, Robert Smith, ha rivelato che la band ha in serbo tre nuovi album, il primo dei quali in uscita entro la fine del 2019.

Già nei mesi scorsi Smith aveva parlato di un nuovo album targato Cure, il primo dopo 4:13 Dream del 2018. Il musicista inglese, durante un’intervista esclusiva con NME, aveva raccontato di aver scritto i nuovi brani ispirato dal periodo buio vissuto ai tempi della perdita della madre, del padre e del fratello.

Tuttavia, nelle dichiarazioni pubblicate da Zocalo, Smith ha triplicato le aspettative dei fan: «In realtà sto lavorando su tre album, di cui due sono già in fase avanzata. Il primo potrebbe essere pubblicato molto presto e credo che il primo singolo, se non addirittura tutto l’album, potrebbe uscire già verso Natale, anche un po’ prima. Attualmente è intitolato Live from the Moon, ma sicuramente cambierà titolo».

«Il secondo album, anch’esso in fase avanzata, è composto da brani più liberi e caratterizzati da un suono più duro, più potente», ha aggiunto Smith. «Il terzo lavoro è pazzo, un disco noise con atmosfere completamente differenti, basato sulle mie esperienze sul palco e su episodi della mia vita in cui il rumore ha avuto un ruolo determinante».

Read More


John Lennon, la ‘vita eterna’ di una star immortale

fonte articolo e foto – ansa.it – redazione musica.

A quasi 40 anni dalla morte, nel giorno del suo compleanno vola su Twitter.

La parabola di John Lennon si interrompe bruscamente il 9 dicembre del 1980,  quando quattro colpi di pistola sparati da uno squilibrato, Mark Chapman, mettono fine alla sua esistenza. Lennon viene sorpreso dall’ omicida davanti al portone del lussuoso residence Dakota di New York, dove si era trasferito con la moglie Yoko Ono e il loro figlio Sean. Da cinque anni John, che era nato l’ otto ottobre del 1940 a Liverpool, non incideva: proprio nei giorni immediatamente prima della morte aveva deciso di tornare ina ttivita’: non a caso l’ album che fu pubblicato postumo, lo riporto’ in testa alle classifiche.

Basterebbe il gran numero di iniziative allestite per ricordarlo che da anni si susseguono a testimoniare l’ importanza avuta da Lennon nella musica e nell’ evoluzione della cultura giovanile. Perfino in Unione Sovietica si e’ svolto un festival, al quale hanno partecipato tutti i piu’ importanti gruppi sovietici, per celebrare l’ autore di ”Immagine”.

La morte e’ ormai da tempo un viatico essenziale per accedere alla mitologia del rock, e lo dimostrano i casi di Hendrix, Jim Morrison e Janis Joplin, ma John ha avuto un ruolo decisivo per l’ evoluzione dell’ immaginario della cultura giovanile nel piu’ ampio senso. (John Lennon ha rappresentato l’ anima piu’ imprevedibile dei Beatles, e’ stato lui a portare il quartetto di Liverpool sulla strada di quella trasgressione che rappresenta uno degli elementi chiave per la definizione dei connotati della musica rock. Nei primi anni ’60, i ”beatles” rappresentavano la faccia pulita del rock: a rappresentare il lato scuro del beat inglese erano i Rolling Stones. Lennon e’ stato il primo a portare in pubblico quegli elementi di sregolatezza che i quattro di Liverpool tenevano serbati per la loro vita privata. Il mito dei Beatles ha pesato coem un macigno sulla vita di John: una volta sciolto il quartetto, ha lottato a lungo per potersi liberare dall’ immagine dell’ ”ex Beatles”. Eppure, in un certo senso, per molto tempo Lennon e’ stato l’ unico dei Beatles ad essere riuscito a costruirsi una carriera degna di essere raccontata al di fuori della storia dei ”fab four”. E non solo per motivi musicali. Grazie a una sensibilita’ non comune, John seppe intuire lo spirito dei tempi e si mise in prima fila nella pacifica battaglia dei movimenti non violenti. Una scelta di campo pagata a duro prezzo, che gli costo’ ad esempio l’ ostilita’ del governo degli Stati Uniti che attese molto tempo prima di concedergli il visto.

Lennon divento’ addirittura una bandiera del pacifismo, con canzoni come ”Give Peace A Chance”, ”Immagine” che gia’ da sole basterebbero a giustificare il titolo di ”grande”, e con iniziative provocatorie come i ”Bed In” di Amsterdam e Toronto, quando lui e Yoko Ono ricevettero i giornalisti nudi nel letto. Gia’ prima aveva precorso i tempi dando spazio nelle sue canzoni agli elementi della cultura lisergica, alla passione per l’ India e per l’immaginario dell’ Lsd.

L’ importanza acquisita dalla sua figura anche in campo extra musicale rischia pero’ di far passare in secondo piano le sue straordinarie doti di compositore. Insieme a Paul McCartney e al produttore dei Beatles George Martin, John Lennon e’ stato protagonista di un’ autentica rivoluzione musicale che ha cambiato radicalmente il modo di concepire e realizzare i dischi. Una rivoluzione condotta talvolta sulla spinta della visionareita’ che ha precorso i tempi e che e’ la sola strada per comprendere perche’ ancora oggi le canzoni dei Beatles continuano ad esercitare un’ influenza cosi’ profonda nella musica contemporanea. E perche’ e’ ancora possibile ritrovarsi a ricordare con commozione il decennale della sua morte.

Read More

Grateful Dead: esce un album con canzoni mai pubblicate prima

fonte articolo e foto – rockol.it – redazione musica.

Risalgono agli ultimi anni di vita di Jerry Garcia.

Uscirà il prossimo 22 novembre un album dal vivo dei Grateful Dead contenente canzoni mai pubblicate prima. Sbagliato definirle inedite, però: si tratta infatti di brani che la band californiana suonò tra il 1992 e il 1993 durante alcuni concerti, gli ultimi insieme a Jerry Garcia, che sarebbe morto di lì a poco.

Le registrazioni sono state raccolte dall’archivista della band, David Lemieux: il disco, intitolato “Ready or not”, uscirà oltre che in cd e in digitale anche in versione doppio vinile (sul sito Dead.net è possibile acquistarne un’edizione limitata numerata a 2mila copie).

La formazione che suona nel disco è quella composta da Jerry Garcia e Bob Weir (voce, chitarra) Mickey Hart e Bill Kreutzmann (batteria), Phil Lesh (basso) e Vince Welnick (tastiere). Qui sotto è possibile ascoltare un’anteprima dell’album:

Questa la tracklist:

01 Liberty – Madison Square Garden, New York, NY (10/14/94)
02 Eternity – The Pyramid, Memphis, TN (4/2/95)
03 Lazy River Road – Dean Smith Center, University of North Carolina, Chapel Hill, NC (3/25/93)
04 Samba In The Rain – The Omni, Atlanta, GA (3/30/95)
05 So Many Roads – Star Lake Amphitheatre, Burgettstown, PA (6/23/92)
06 Way To Go Home – Deer Creek Music Center, Noblesville, IN (6/28/92)
07 Corrina – Madison Square Garden, New York, NY (10/14/94)
08 Easy Answers – Spectrum, Philadelphia, PA (9/13/93)
09 Days Between – Oakland-Alameda County Coliseum, Oakland, CA (12/11/94)

Read More